Dervisci Rotanti

Dervisci Rotanti (Istanbul | Turchia)

COSA

Dervisci Rotanti (Istanbul Turchia) con Turismo in MusicaLe mistiche danze dei Dervisci Rotanti turchi!

Nell’antica città anatolica di Konya, è vissuto, morto e sepolto il filosofo e mistico Calaleddin Rumi che, sfuggito alle invasioni mongole in Afghanistan, vi trovò rifugio insieme alla famiglia.

Qui, nel 1244, lo stesso conobbe il mistico musulmano sufi Semsi Tebrizi che, esercitando sui suoi studi una profonda influenza, lo spinse a fondare la confraternita dei mevlevi o dervisci danzanti. Nei secoli questi ordini “monastici” fiorirono su tutto il territorio turco influenzando, in epoca ottomana, ogni aspetto della vita politica e sociale del Paese.

Istanbul è stata nei secoli una delle città turche in cui il sufismo si è radicato di più ed è per questo che ci sono numerose mevlevihane … luoghi sacri in cui i sufisti praticano i loro rituali. Galata Mevlevihanesi è uno dei luoghi principali e più autentici dove poter assistere agli spettacoli dei dervisci rotanti.

Al rituale (la sema), guidato da lo seyh (maestro cerimoniere), partecipano ogni volta non più di 18 danzatori vestiti dei loro leggeri abiti bianchi, simboli del distacco e della liberazione da ogni bene e terrena tentazione. Deposti gli ingombranti mantelli, i mistici si abbandonano alla danza roteando su se stessi, e tutti intorno alla sala, volgendo al cielo la mano destra (per ricevere da Dio) e alla terra la sinistra (per donare agli uomini). Il rituale è accompagnato dalla voce salmodiante del cerimoniere e dalla musica ipnotica di flauti turchi tradizionali (nay), violini, timpani di pelle di capra (kudum), piatti di rame (halile) e tamburi.

DOVE

Adagiata sulle sponde del Bosforo, con un profilo segnato da cupole e minareti, Istanbul è una delle città più romantiche e affascinanti del mondo.

Ponte tra Oriente e Occidente, le sue origini risalgono ai tempi di Bisanzio e Costantinopoli, e in seguito la città fu a capo dell’impero ottomano. Oggi Istanbul è il cuore culturale della Turchia, luogo animato e vivace.

In questa vasta città, che si estende su due continenti, potete calcare le vie percorse un tempo da crociati e giannizzeri, ammirare le famose moschee, entrare nell’harem del sultano, abbandonarvi al piacere di un rilassante bagno turco o andare a caccia di preziosi oggetti di artigianato locale perdendosi nei suggestivi labirinti del Kapalı Çarşı (il Gran Bazar), il più grande mercato coperto del mondo.

Ogni angolo della città offre al visitatore l’immagine tangibile delle varie epoche storiche che si sono succedute, in un’atmosfera magica e seducente dove il richiamo dei muezzin dall’alto dei loro minareti si confonde con il suono grave dei clacson dei traghetti che ogni giorno trasportano passeggeri dall’Europa all’Asia.

Se anche tu vuoi conoscere più da vicino il magico mondo dei Dervisci Rotanti turchi affidati al nostro team di esperti per l’organizzazione di un viaggio su misura o un tour di gruppo in Turchia!

Con Turismo in Musica e Aretina Tours potrai trovare voli economici per Istanbul e numerosi Hotel a tariffe vantaggiose per il tuo viaggio in Turchia!

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!

La notte della Taranta

La Notte della Taranta (Salento | Italia)

COSA

logo de La notte della Taranta (Melpignano Italia)Il festival folklorico che da più di un decennio fa ballare l’Italia!

Dal 1998, per iniziativa dei comuni della Grecia Salentina, la Notte della Taranta è senza dubbio il più grande festival musicale dedicato al recupero e alla diffusione della cultura della “pizzicasalentina, con contaminazioni che spaziano dal rock alla world music, dal jazz alla musica sinfonica.

La “pizzica” è la musica che scandiva l’antico rituale di cura dal morso immaginario della tarantola, il pericoloso ragno velenoso. La tradizione vuole che per liberare la vittima, di solito una donna, si suonassero incessantemente i tamburelli a ritmo vorticoso finché non veniva sciolta dall’incantesimo. Al suono dei tamburelli si accompagnava un ballo ossessivo e ripetitivo, che contribuiva ad esaurire il veleno. Altre varianti della pizzica tarantata sono il “ballo del corteggiamento” tra uomo e donna e la “danza dei coltelli” anche detta “pizzica a scherma“.

Nelle caldi notti del festival i migliori musicisti e interpreti salentini incontrano i più importanti nomi della musica internazionale dando vita a uno spettacolo unico … affascinante mosaico di differenti linguaggi musicali ed elementi folklorici.

Ogni anno viene scelto un maestro concertatore che si occuperà della direzione del festival. Daniele Sepe, Joe Zawinul, Mauro Pagani, Ambrogio Sparagna, Stewart Copeland e Ludovico Einaudi sono solo alcuni dei  grandi nomi che nel corso degli anni hanno ricoperto tale ruolo.

La notte della Taranta è oggi un evento unico capace di attirare ogni anno oltre 200.000 spettatori fra spettacoli itineranti e il famoso concertone finale nella piazza di Melpignano.

[nota]

I concerti  durante tutta la durata del Festival della Taranta sono ad ingresso libero.

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale del festival:

www.lanottedellataranta.it

DOVE

 La Grecia Salentina è un’area linguistica ellenofona del Salento (Puglia meridionale), in provincia di Lecce, comprendente nove comuni.

In questa isola geografica si parla un dialetto neo-greco noto come grecanico o griko.

E’ a partire dagli anni ’90 che prende piede un progetto di cooperazione tra i comuni interessati (l’Unione dei Comuni) al fine di valorizzare e promuovere la cultura e le tradizioni locali.

Il Festival ha un carattere itinerante con eventi distribuiti nel mese di agosto nei vari comuni:Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Sternatia, Soleto e Zollino.

L’evento più attesto del Festival della Taranta è il concertone finale che si tiene ogni anno nel comune di Melpignano, nel piazzale antistante l’ex convento degli Agostiniani.

Se stai pensando di partecipare al Festival de La notte della Taranta in Salento con Turismo in Musica e Aretina Tours, possiamo proporti una serie di servizi ad hoc e a tariffe vantaggiose! Campeggi, agriturismi, hotel e caratteristiche masserie a prezzi economici in tutto il Salento.

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!

 

Umbria Jazz

Umbria Jazz (Perugia | Italia)

COSA

Umbria Jazz (Perugia Italia)Il Jazz Festival umbro fra i più importanti d’Europa!

Dieci giorni all’insegna di musica e spettacoli nella suggestiva e vivace cornice del  centro storico di Perugia! Più di 200 eventi musicali distribuiti in piazze, giardini, arene e teatri della città, da mezzogiorno a notte inoltrata, al chiuso e all’aperto.

Una formula che dal 1973 (anno d’esordio del Festival Umbria Jazz) si ripete ogni estate con proposte sempre più ricche e interessanti e divagazioni nei territori del rock, del blues e della musica brasiliana.

Da Miles Davis a Chet Baker, da Stan Getz a Keith Jarret, i nomi più grandi della scena jazzistica internazionale si sono esibiti sul palco di Umbria Jazz.

Le scelte artistiche si dividono in due grandi filoni: da un lato il jazz ortodosso e dall’altro la musica nera(blues, gospel, soul, zydeco, marching band, rhythm ‘n’ blues) con vari sconfinamenti nel pop-rock, per un pubblico generalista. In tale ottica vanno viste anche le esibizioni a Umbria Jazz di personaggi come Elton John, Carlos Santana, James Brown, Donna Summer o Eric Clapton.

                   Lo spazio principale dove si svolgono i concerti serali a pagamento di Umbria Jazz è l’arena di S. Giuliana, pur non mancando la parte gratuita del festival che si tiene nei giardini e nella piazza centrale della città di Perugia che per l’occasione si trasforma in un vero e proprio palcoscenico.

Concerti non-stop per tutto il giorno contornati da aree di ristoro e socializzazione!

[nota]

L’acquisto dei biglietti per gli spettacoli a pagamento di Umbria Jazz può essere fatto direttamente sul sito ufficiale del festival.

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito:

http://www.umbriajazz.com

DOVE

 Ricca di arte, storia e monumenti, Perugia è una città cosmopolita grazie anche alla presenza dell’Università per Stranieri, la maggiore d’Italia.

Di origini etrusche, il centro storico di Perugia si sviluppa su di un’acropoli collinare, in parte ancora cinta da antiche mura, archi maestosi e porte d’accesso.

Chi la osserva avvicinandovisi ne apprezza il paesaggio e la veduta d’insieme, che rappresentano un corpo unico senza discontinuità con monumenti che svettano verso l’alto. Nemmeno l’espansione urbana degli ultimi decenni ne ha turbato l’aspetto e la sua forma unica.

I colli su cui la città di Perugia è costruita, a 500 m. s.l.m.,  dominano le verdi e suggestive vallate che la circondano.

Perugia è la città che tutti hanno provato a conquistare, passando nel corso dei secoli da una dominazione all’altra e arricchendosi di differenti suggestioni culturali .

Ricca di splendidi palazzi e opere scultoree di immenso valore, Perugia si presenta agli occhi di chi la visita come una città nobile dove ogni angolo sembra ancora raccontare le travagliate vicende della sua lunga storia.

Vivi Umbria Jazz con Turismo in Musica

Turismo in Musica e Aretina Tours ti permettono di partecipare a Umbria Jazz offrendoti le migliori tariffe per i tuoi pernottamenti negli Hotel del centro storico della città di Perugia e dintorni.

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!

IBIZA CLOSING PARTY

Ibiza Closing Party (Ibiza | Spagna)

COSA

Ibiza Closing Party (Ibiza Spagna)Le feste più trasgressive nell’isola spagnola di Ibiza!

Amnesia, Pacha, Privilege e Space: i nomi dei più trendy e leggendari Club di Ibiza che nelle ultime tre settimane del mese di Settembre, per chiudere la stagione in bellezza, organizzano feste sfrenate, deliranti e trasgressive, richiamando i migliori DJ del mondo nell’isola di Ibiza.

Per l’occasione quasi tutti i locali dell’isola sono presi in affitto da promoter internazionali (Cocoon, Cream, La Troya ecc …) capaci di garantire musica, animazioni ed eventi sempre diversi ogni sera.

Le serate hanno generalmente inizio per l’ora dell’aperitivo nei numerosi bar che si affacciano su Playa d’en Bossa, la celebre spiaggia della capitale, dove ascoltare buona musica e bere un cocktail ballando fin oltre il tramonto.

Molti dei Club, disseminati nelle immediate periferie della città, apriranno le loro porte non prima di mezzanotte con feste che in alcuni casi si protrarranno anche fino alle 12 del mattino seguente.

Con una splendida costa punteggiata di spiagge e piccole baie rocciose, l’indomani ci saranno decine di luoghi meravigliosi adatti a riprendersi dai postumi del festeggiamenti della notte!

[nota]

Nonostante molti siti in internet si occupino della prevendita ingressi nei vari club  in occasione dei closing party, vi consigliamo di acquistarli direttamente sull’isola quando sarà più facile comprendere la natura degli eventi e l’effettiva programmazione di sera in sera.

Di seguito vi suggeriamo alcuni link di siti dove raccogliere maggiori informazioni circa l’evento:

www.ibiza-closing-parties.ibiza4all.org

www.amnesia.es

www.pacha.com

www.privilegeibiza.com

www.space-ibiza.es

DOVE

 Ibiza: l’isola più trasgressiva del mondo con la sua celeberrima vita notturna!

Le origini di Ibiza come paradiso delle discoteche sembrano risalire alla fine degli anni ’70, quando l’isola spagnola era una fermata intermedia obbligatoria per hippies e fricchettoni diretti a Marrakech! Numerosi e autentici Hippy Markets sopravvivono ancora oggi disseminati nei silenziosi villaggi del suo entroterra.

Ibiza, in catalano Eivissa, fa parte dell’arcipelago delle isole Baleari.

Destinazione turistica molto popolare tra i giovani per la sua sfrenata vita notturna che si concentra maggiormente nella capitale e a Sant Antoni nel versante opposto.

Nonostante il suo carattere trasgressivo l’isola di Ibiza offre numerose spiagge e località poco conosciute, come quelle che si estendono nel lato settentrionale, adatte a un turista più tranquillo in cerca di relax.

Il Dalt Vila, il quartiere alto, è il nucleo primitivo della capitale con le imponenti mura e i bastioni della fortezza eretta per merito di Carlo V nel tardo 1500.

La cinta muraria ben conservata racchiude il centro storico, suggestivo dedalo di vicoli stretti, splendidi palazzi, locali e ristoranti tipici aperti fino a tarda notte.

Turismo in Musica con Aretina Tours, per tutto il mese di Settembre, vi garantisce le migliori tariffe con voli charter diretti nell’isola di Ibiza in occasione del Closing Party. Trasferimenti aeroportuali, noleggio auto, scooter e pernottamenti low cost a prezzi imbattibili!

Contattaci subito per un preventivo personalizzato senza impegno!

 

Pellegrinaggio Gitano

Pellegrinaggio Gitano (Camargue | Francia)

COSA

Pellegrinaggio gitano Saintes Maries de la Mer (Francia)

In Camargue, il raduno gitano più affascinante d’Europa!

Canti, balli, corride, violini e chitarre accompagnano il più grande e colorato  raduno gitano d’Europa!

A Saintes Maries de la Mer (Camargue), il 24 e 25 maggio di ogni anno, si celebrano i festeggiamenti in onore di Santa Sara, la protettrice di tutti gli zingari e i nomadi del mondo.

La leggenda vuole che Sara, donna coraggiosa di incerte origini (francese o palestinese? … serva o principessa?) aiutò Maria Jacobé e Maria Salomé in fuga dalla Palestina.

Il primo giorno la statua nera della Santa viene portata in processione dalla cripta della chiesa di Saintes Maries fino al mare, scortata da cavalieri camarguesi, per il suggestivo rito della benedizione delle acque.

Le strade, le piazze e i vicoli della città si popolano di zingari, gitani, rom, sinti e kalè che vestiti dei loro abiti tradizionali suonano, ballano, bevono e festeggiano fino all’alba, a ritmo di antiche melodie balcaniche, andaluse, orientali o africane.

Elementi sacri e profani si fondono in un magico equilibrio, all’insegna di tolleranza e totale apertura verso culture diverse, troppo spesso discriminate.

Corride e giochi di antiche origini accompagnano i giorni di festeggiamento.

Fu un nobile di origini italiane, Folco Baroncelli, strenuo difensore di minoranze oppresse, a far si che dal 1935 i gitani potessero festeggiare pubblicamente la loro patrona in città. Da allora la tradizione si ripete ogni anno dando vita a uno spettacolo unico ed emozionante.

Nel 1974, dopo aver partecipato all’evento, Bob Dylan gli dedicò addirittura una canzone: “One more cup of coffee”.

DOVE

Saintes Maries de la Mer è il cuore pulsante della Camargue.

Posizionata su di una stretta isola fluviale nel delta del Rodano, la città è quasi completamente circondata da acqua e immense spiagge di sabbia bianca, dove la forza del mistral ha portato alla formazione di suggestive dune.

Il centro storico è dominato dalla sua chiesa-fortezza medievale (XII secolo)  e circondato da un reticolo di strade (animato da caffè, ristorantini e negozi di artigianato) sulle quali si affacciano semplici ma caratteristiche case bianche.

La città, per la sua posizione strategica, è un’ottima base per esplorare la regione della Camargue, il più grande delta fluviale dell’Europa occidentale. Un ambiente selvaggio e incontaminato, comprendente vaste lagune, paludi, saline e grandi aree coltivate. L’area è la dimora di più di 400 specie di uccelli (non perdetevi la visita al Parco ornitologico di Pont de Gau) e uno dei pochi habitat europei per il fenicottero rosa. La Camargue è per altro nota in tutto il mondo per la sua omonima razza di cavalli, il famoso Camarguais bianco, cavalcato dai gardiens che allevano tori da combattimento per l’esportazione in Spagna.

Turismo in Musica e Aretina Tours ti offrono la possibilità di immergerti nella magica atmosfera del Pellegrinaggio Gitano in Camargue offrendoti pernottamenti in Hotel a prezzi imbattibili, voli low cost, trasferimenti, noleggio auto, escursioni e visite guidate.

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!

Montreux Jazz Festival

Montreux Jazz Festival (Montreux | Svizzera)

COSA

Montreux Jazz Festival (Montreux Svizzera) Tursimo in Musica

Montreux: il Festival Jazz più prestigioso d’Europa!

Ogni anno a Montreux, sulle rive del lago di Ginevra, si svolge uno dei Jazz Festival più prestigiosi d’Europa al quale partecipano i grandi nomi della scena jazzistica internazionale.

Sebbene originariamente fu una manifestazione esclusivamente dedicata al Jazz, oggi vi si puo’ ascoltare ogni genere musicale: dall’hip-hop all’acid jazz, dal gospel alla techno, dal reggae al samba.

Miles Davis, Keith Jarret, Nina Simone, Ella Fitzgerald, Ray Charles e Bill Evans sono solo alcuni dei grandi artisti che vi si sono esibiti.

Giunto oramai alla sua 45esima edizione, l’evento continua a crescere e a diversificarsi di anno in anno, proponendo una vasta gamma di laboratori e workshop e dando sempre ampio spazio ai giovani talenti emergenti. L’allargamento degli orizzonti musicali con l’inserimento progressivo di proposte provenienti da tutti i continenti, ha prediletto particolarmente la musica brasiliana.

Nelle sue ultime edizioni il Festival ha avuto una durata di circa due settimane con la partecipazione di circa 200.000 spettatori. Le sale del Casino‘ della città di Montreux sono state per molti anni la sede ufficiale del Festival. Una canzone dei Deep Purple, “Smoke on the Water” ricorda per altro l’incendio che nel 1971 distrusse il Casino’ di Montreux durante un concerto di Frank Zappa.

Dal 1993, a causa del vertiginoso aumento del numero di spettatori, l’organizzazione fu costretta a spostare l’evento ai più capienti spazi del Convention Centre. Un “OFF-Festival” si è tuttavia parallelamente sviluppato nei numerosi locali siti sul lungolago della città con una interessante offerta di concerti gratuiti all’aperto.

[nota]

I biglietti per i concerti a pagamento possono essere acquistati on line sul sito ufficiale del Festival. Numerosi altri eventi sono a ingresso libero!

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito:

www.montreuxjazz.com

DOVE

Non è un caso che Freddie Mercury decise di trascorrere gli ultimi anni della sua vita proprio a Montreux. La cittadina svizzera, affacciata sul lago di Ginevra, nel cantone di Vaud, è celebre per i suoi rapporti con il mondo dello spettacolo. Ospita numerosi festival ed è legata alla biografia di grandi artisti molti dei quali utilizzano tuttora i Mountain Studios (acquistati nel 1978 dai Queen) per incidere i loro album.

Circondata da vigneti, nella suggestiva cornice delle Alpi, con un clima mite gran parte dell’anno, Montreux è considerata la capitale della Riviera Vodese.

Con i suoi 20.000 abitanti la città si presenta come una raffinata ed elegante località turistica, ricca di parchi e giardini, e con una piacevole atmosfera Belle Epoque grazie all’architettura di numerosi edifici che adornano con le loro facciate il lungolago. Proprio lungo questa piacevole passeggiata è possibile ammirare varie statue che rappresentano i personaggi noti legati a Montreux. La più famosa è forse quella di Place du Marché, piazza centrale della città, in ricordo di Freddie Mercury. A pochi chilometri dalla città è possibile visitare il castello di Chillon (l’edificio storico più visitato della Svizzera), una fortezza romanica costruita su un isolotto roccioso che ha ispirato alcuni racconti di Lord Byron e Rousseau.

Con Turismo in Musica e Aretina Tours puoi partecipare al Montreux Jazz Festival in Svizzera approfittando dei nostri servizi a tariffe vantaggiose: viaggi in Bus turistico, pernottamenti in Hotel, visite guidate, voli low cost!

E tu cosa aspetti? Contattaci subito per un preventivo senza impegno!

FESTIVAL MUSICA GNAOUA

Festival Musica Gnaoua (Essaouira | Marocco)

COSA

Festival Gnaoua (Essaouira Marocco)

Il magico Festival Gnaoua di Essaouira!

Ogni anno, la suggestiva città marocchina di Essaouira ospita il Festival Internazionale di Musica Gnaoua e Musiche del Mondo. Un’ esperienza sensoriale a 360 gradi in cui elementi della tradizione musicale africana (sub-sahariana) si fondono  con elementi di altre culture dando vita a uno spettacolo unico nel suo genere. E’ così che jazz, rock e musica contemporanea sperimentano nuovi ritmi e nuove energie difronte a un pubblico sempre più vasto che ha recentemente raggiunto punte di 400.000 spettatori. Teatro, danza e spettacoli folklorici completano e arricchiscono l’evento oramai giunto alla sua 15esima edizione.

Pat Metheny, Paolo Fresu, Ramon Valle, Lenine e Stefano di Battista sono solo alcuni dei grandi musicisti internazionali che nel corso di questi ultimi anni si sono alternati sul palco del Festival, nella magica atmosfera di piazza Moulay el Hassan, con i maalem più virtuosi di tutto il Marocco.

La musica degli Gnaoua è ipnotica e misteriosa!

Discendenti degli schiavi provenienti dall’Africa occidentale (Sudan, Mali e Guinea), gli Gnawa, integrandosi, fondarono confraternite e attraverso di esse, mossi da un sentimento di profonda fratellanza, il relativo culto, mix di elementi africani e arabo-berberi. I maalem, maestri cerimonieri del culto, accompagnati dal suono del sintir o guembrì (un caratteristico basso a tre corde), dall’inconfondibile battito dei crotales (nacchere metalliche) e dai tamburi di pelle di capra intonano litanie tra il sacro e il profano … canti in arabo dialettale dal ritmo ossessivo. Melodie pentatoniche e ritmi sincopati accompagnati da frenetiche danze e battiti di mani.

Sul finire degli anni ’60, comunità hippy, artisti e musicisti da tutto il mondo cominciarono a visitare la città di Essaouira in cerca di nuove energie e dimensioni artistiche-spirituali. Fu così che Rolling Stones, Frank Zappa, Robert Plant, Sting, Cat Stevens e Jimi Hendrix (che nel comporre “Castle in the sand” pare si sia proprio ispirato all’antica Mogador), inaugurarono quell’esaltante processo di contaminazione musicale che negli anni successivi gettò le basi per la nascita del Festival Gnaoua.

[nota]

L’ingresso ai concerti nelle principali location del Festival (Moulay Hassan e Méditel) sono gratuiti. Chi volesse tuttavia avere un posto in “prima fila” o assistere ai cosiddetti “Intimist Concerts” può acquistare i relativi Festival Pass (1/4 giorni) e i biglietti on line nel sito ufficiale o direttamente in città al Festival Boutique.

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito:

http://www.festival-gnaoua.net

 

DOVE

Essaouira, con i vicoli e le piazze pittoresche, la luce brillante e l’atmosfera tranquilla, che hanno attratto pittori, scultori e altri artisti nel corso degli anni, costituisce uno sfondo ideale e suggestivo per il Festival di Musica Gnaoua.

180 km a sud-ovest di Marrakech, la città è un antico villaggio berbero affacciato sull’oceano Atlantico.

Già Mogador (“la ben disegnata”), fondata dai cartaginesi, scalo strategico su le rotte del Golfo di Guinea, riconquistata dai berberi, poi romana (annessa alla provincia della Mauretania tingitana per l’estrazione della porpora dal gambero murice), araba ed enclave portoghese nel tardo XV secolo, da sempre la città ha assorbito, fuso e custodito nel cuore della sua Medina una importante tradizione multiculturale capace di conferirle quel carattere cosmopolita di cui ancora gode.

Essaouira si è guadagnata nel tempo molti soprannomi: “La perla dell’Atlantico”, “La bella addormentata” o “La città dei venti”.

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, mantiene la magia e l’autenticità di una terra persa nel tempo … ultima città fortificata bagnata dall’Atlantico, le cui case ricordano i paesi bianchi dell’Andalusia.

In occasione del Festival di Musica Gnaoua, Turismo in Musica e Aretina Tours organizzano tour di gruppo e viaggi su misura in Marocco  per darvi la possibilità di vivere al meglio questo Festival straordinario nella magica atmosfera della città di Essaouira.

Contattaci subito senza impegno per un preventivo!

 

 

Sziget Festival

Sziget Festival (Budapest | Ungheria)

COSA

Sziget Festival (Budapest Ungheria)

Sziget Festival: il grande raduno pop-rock nella capitale ungherese!

Vincitore del premio internazionaleThe Best European Major Festival”, lo Sziget (letteralmente “isola”) è l’evento musicale che conta più presenze in assoluto al mondo (400.000 nell’ultima edizione), con una durata media di circa una settimana.

Il festival nasce nel 1993, come rassegna per gruppi locali ungheresi, da un’idea dell’artista Peter Muller Sziami, cantante e fondatore della Ultra Rock Agency.

Già a partire dal secondo anno il Festival cominciò ad includere star internazionali e ad espandersi sempre di più fino a diventare quello che oggi è: il più grande evento musicale europeo.

The Birds, Jethro Tull, Sonic Youth, David Bowie, Patti Smith, Lou Reed, Placebo, Morcheeba, Nick Cave, Manu Chao, Jamiroquai e Prince sono solo alcune delle grandi star internazionali che negli ultimi anni si sono esibite sul palco dello Sziget.

Il Festival Sziget, con più di 60 stages, ospita non solo musica dal vivo, ma anche DJ sets, spettacoli teatrali e circensi, proiezioni video-cinematografiche, danza e manifestazioni sportive.

E’ un evento unico e imperdibile, aperto ad ogni espressione artistica e musicale, punto d’incontro di culture e generi disparati: pop, rock, elettronica, jazz, metal, reggae e blues.

Ogni anno l’organizzazione cerca di incontrare i gusti del pubblico, accontentando ogni fascia d’età, in accordo con i trend dei singoli paesi. La programmazione è sempre molto varia, con almeno tre grandi nomi tra i più popolari del momento e un’ottima selezione di artisti da varie nazioni.

[nota]

L’accesso allo Sziget Festival prevede l’acquisto di un pass che consente di assistere a tutti i concerti, spettacoli e stage. Il pass può avere la validità di 1, 5 o 7 giorni e può essere acquistato on line sul sito ufficiale o su quello italiano che ne gestisce la prevendita.

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare i siti:

www.szigetfestival.it

www.sziget.hu

DOVE

Budapest, la “Parigi dell’est”, la “perla del Danubio”, una delle più suggestive e affascinanti capitali europee!

Il maestoso fiume la divide in due: Buda (zona collinare e antica, sede del Palazzo Reale) e Pest (zona commerciale e moderna ricca di negozi, mercatini e locali notturni).

L’isola fluviale di Obuda, prossima all’isola Margherita, fronteggia l’omonimo quartiere di Buda che ne rappresenta la parte più antica, sorta su di un insediamento romano risalente al I secolo d.C.

E’ nell’incantevole cornice di questa verdissima isola, oggi parco cittadino, che ogni anno nel mese di agosto si svolge lo Sziget Festival.

Creata dai detriti portati dal fiume, l’isola, con una superficie complessiva di circa 110 ettari, appartiene ufficialmente al terzo distretto amministrativo di Butapest.

Antico cantiere navale della città (non a caso soprannominata dai residenti “isola cantiere”) possiede un piccolo porto gestito dallo Yacth Club di Ungheria.

Se vuoi partecipare allo Sziget Festival di Budapest con Turismo in Musica e Aretina Tours affidati alla nostra professionalità e ai nostri servizi. Con noi potrai acquistare i pass per l’accesso al Festival Sziget, i viaggi in Bus per Budapest dalle principali città italiane, voli low cost e tutti i pernottamenti in Hotel a tariffe vantaggiose.

Contattaci subito per un preventivo personalizzato senza impegno!

 

Festa Major de Gracia

Festa Major de Gracia (Barcellona | Spagna)

COSA

Locandina della Festa Major de Gracia a Barcellona

L’evento più stravagante di Barcellona!

La festa di quartiere, il carnevale estivo, lo street party più colorato, folle e imprevedibile della città di Barcellona, e di tutta la Catalunya! Per una settimana le strade, i vicoli e le piazze di questo distretto cittadino si animano di concerti, spettacoli e parate. Una occasione unica per conoscere più da vicino Barcellona, uno dei suoi quartieri più alternativi e il vero spirito catalano.

Secondo la tradizione, che si ripete da quasi due secoli, l’inizio dei festeggiamenti è annunciato dal balcone del Municipio di Gràcia nel giorno dell’Assunzione.

Per tutta la settimana il festival proporrà una serie di eventi: mostre, mercatini di artigianato locale, stand gastronomici, sfilate, spettacoli di danza, teatro e concerti di ogni genere musicale.

Ogni anno migliaia di persone affollano il quartiere ballando, bevendo e divertendosi fino all’alba.

L’organizzazione e la direzione dell’evento spetta a una fondazione pur coinvolgendo, nei mesi che lo precedono, l’intero vicinato. Nessuno escluso!

Uno degli aspetti più interessanti e sorprendenti di questa festa è la decorazione delle strade e dei balconi del barrio secondo un tema ben preciso che varia di anno in anno: politico, ambientale, sociale …

Naturalmente non si tratta di semplici decorazioni ma di vere e proprie opere d’arte (con tanto di concorso a premi) che conferiscono all’intero quartiere un’atmosfera magica e surreale.

L’evento, come tutte le feste dei barcellonesi, ha una radice decisamente popolare, caratterizzato com’è da un rispetto profondo per le propria cultura e tradizioni.

L’occasione per ribadire la propria anima catalana, … libera e indipendente!

[nota]

L’ingresso al Festival e a tutti gli eventi in cartellone è completamente gratuito.

Per il programma definitivo e maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito:

www.festamajordegracia.cat

DOVE

Gràcia è uno dei dieci distretti in cui Barcellona è amministrativamente suddivisa.

Un tempo comune a sé, a nord dell’Eixample, nel 1897 viene incorporato nella città, pur conservando ancora il carattere di un municipio indipendente.

E’ senza dubbio il quartiere più alternativo e bohemien di Barcellona, famoso per le sue idee repubblicane e liberali.

Il suo fascino risiede nell’atmosfera delle sue strette viuzze e delle piccole piazze piene di bar, locali e ristoranti.

L’importante e storica presenza gitana in Gràcia ha contribuito a imprimerle nel tempo il suo carattere tipico.

Il distretto, oltre ad aver dato i natali a numerosi artisti, si distingue per essere sede di centri culturali avanguardistici e alternativi.

La più grande attrattiva culturale e turistica del distretto è il Parc Guell di Antoni Gaudi‘.

Se anche tu vuoi immergerti nella stravagante atmosfera della Festa Major de Gracia a Barcellona affidati al nostro team di esperti per l’organizzazione di un viaggio su misura nella città catalana!

Con Turismo in Musica e Aretina Tours potrai trovare voli economici per Barcellona e numerosi Hotel a tariffe vantaggiose per il tuo viaggio in Catalunya!

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!