Pellegrinaggio Gitano

Pellegrinaggio Gitano (Camargue | Francia)

COSA

Pellegrinaggio gitano Saintes Maries de la Mer (Francia)

In Camargue, il raduno gitano più affascinante d’Europa!

Canti, balli, corride, violini e chitarre accompagnano il più grande e colorato  raduno gitano d’Europa!

A Saintes Maries de la Mer (Camargue), il 24 e 25 maggio di ogni anno, si celebrano i festeggiamenti in onore di Santa Sara, la protettrice di tutti gli zingari e i nomadi del mondo.

La leggenda vuole che Sara, donna coraggiosa di incerte origini (francese o palestinese? … serva o principessa?) aiutò Maria Jacobé e Maria Salomé in fuga dalla Palestina.

Il primo giorno la statua nera della Santa viene portata in processione dalla cripta della chiesa di Saintes Maries fino al mare, scortata da cavalieri camarguesi, per il suggestivo rito della benedizione delle acque.

Le strade, le piazze e i vicoli della città si popolano di zingari, gitani, rom, sinti e kalè che vestiti dei loro abiti tradizionali suonano, ballano, bevono e festeggiano fino all’alba, a ritmo di antiche melodie balcaniche, andaluse, orientali o africane.

Elementi sacri e profani si fondono in un magico equilibrio, all’insegna di tolleranza e totale apertura verso culture diverse, troppo spesso discriminate.

Corride e giochi di antiche origini accompagnano i giorni di festeggiamento.

Fu un nobile di origini italiane, Folco Baroncelli, strenuo difensore di minoranze oppresse, a far si che dal 1935 i gitani potessero festeggiare pubblicamente la loro patrona in città. Da allora la tradizione si ripete ogni anno dando vita a uno spettacolo unico ed emozionante.

Nel 1974, dopo aver partecipato all’evento, Bob Dylan gli dedicò addirittura una canzone: “One more cup of coffee”.

DOVE

Saintes Maries de la Mer è il cuore pulsante della Camargue.

Posizionata su di una stretta isola fluviale nel delta del Rodano, la città è quasi completamente circondata da acqua e immense spiagge di sabbia bianca, dove la forza del mistral ha portato alla formazione di suggestive dune.

Il centro storico è dominato dalla sua chiesa-fortezza medievale (XII secolo)  e circondato da un reticolo di strade (animato da caffè, ristorantini e negozi di artigianato) sulle quali si affacciano semplici ma caratteristiche case bianche.

La città, per la sua posizione strategica, è un’ottima base per esplorare la regione della Camargue, il più grande delta fluviale dell’Europa occidentale. Un ambiente selvaggio e incontaminato, comprendente vaste lagune, paludi, saline e grandi aree coltivate. L’area è la dimora di più di 400 specie di uccelli (non perdetevi la visita al Parco ornitologico di Pont de Gau) e uno dei pochi habitat europei per il fenicottero rosa. La Camargue è per altro nota in tutto il mondo per la sua omonima razza di cavalli, il famoso Camarguais bianco, cavalcato dai gardiens che allevano tori da combattimento per l’esportazione in Spagna.

Turismo in Musica e Aretina Tours ti offrono la possibilità di immergerti nella magica atmosfera del Pellegrinaggio Gitano in Camargue offrendoti pernottamenti in Hotel a prezzi imbattibili, voli low cost, trasferimenti, noleggio auto, escursioni e visite guidate.

Contattaci subito per un preventivo senza impegno!